..
.. Lingua italiana Deutsche sprache
.. Sfoglia online AET informa
Logo Azienda elettrica
slideimg0 slideimg1 slideimg2 slideimg3 slideimg4 slideimg5 slideimg6 slideimg7 slideimg8 slideimg9 slideimg10 slideimg11
Insieme
    siamo energia
Media e pubblicazioni

AET informa online

Con l’approvazione del primo pacchetto di misure della Strategia Energetica 2050 nella votazione dello scorso 21 maggio, il popolo svizzero ha indicato quale modello energetico desidera per il suo futuro: uscita dal nucleare, crescita della produzione rinnovabile, abbandono dei combustibili fossili e promozione di un consumo di energia sempre più efficiente.
Il pacchetto approvato traccia la via da percorrere, fissa i principi e introduce una prima serie di misure che consentono agli operatori del settore di cominciare a programmare la transizione. La sfida è soltanto agli inizi e la lista delle questioni aperte e delle decisioni che la politica dovrà ancora affrontare nei prossimi anni è decisamente lunga.
Nel settore elettrico un’attenta pianificazione della sostituzione dell’energia nucleare (il 35% di tutta quella prodotta in Svizzera) che permetta di minimizzare la dipendenza dalle importazioni dall’estero è probabilmente il primo degli aspetti sui quali si dovrà riflettere.
La crescita della produzione di energia elettrica rinnovabile, decentralizzata e non programmabile, rappresenta comunque una grande sfida sul piano tecnologico. L’integrazione di questo nuovo tipo di produzione nell’attuale sistema di approvvigionamento richiederà un ripensamento dell’infrastruttura e del sistema di gestione della rete.
Sul piano dell’organizzazione del mercato, infine, sarà indispensabile introdurre un nuovo modello che non penalizzi l’idroelettrico per rapporto al “nuovo” rinnovabile, capace di stabilizzare e riequilibrare il meccanismo della formazione dei prezzi.

Le scelte che verranno operate in questi ambiti determineranno non solo la riuscita della Strategia Energetica 2050 ma anche, e soprattutto, la nostra capacità di continuare a garantire un approvvigionamento stabile e sicuro a tutto il Paese. Un lavoro sul quale politica - in primis - e operatori del settore sono chiamati a chinarsi sin d’ora, con consapevolezza dell’importante posta in gioco.

 

 

Giovanni Leonardi, Presidente del Consiglio di Amministrazione




Copertina AET informa novembre 2017

Archivio AET informa

..
13° Edizione - novembre 2017
20.11.2017

 /

..
12° Edizione - maggio 2017
10.05.2017

 /

..
11° Edizione - novembre 2016
18.11.2016

 /

..
10° Edizione - maggio 2016
30.05.2016

 /

..
9° Edizione - novembre 2015
11.11.2015

 /

..
8° Edizione - maggio 2015
15.05.2015

 /

..
7° Edizione - novembre 2014
01.11.2014

 /

..
6° Edizione - aprile 2014
01.04.2014

 /

..
5° Edizione - ottobre 2013
01.10.2013

 /

..
4° Edizione - giugno 2013
01.06.2013

 /

..
3° Edizione - novembre 2012
01.11.2012

 /

..
2° Edizione - giugno 2012
01.06.2012

 /

..
1° Edizione - maggio 2011
01.05.2011

 /

..