..
.. Lingua italiana Deutsche sprache
.. ..
Logo Azienda elettrica

Insieme
    siamo energia

m.a.x.museo Chiasso | © Durisch + Nolli Architetti

..
Media e pubblicazioni

AET informa online

AET ha da poco annunciato la chiusura dell’esercizio 2018 con una perdita, la quarta consecutiva. La causa è ancora una volta da ricercarsi nell’onda lunga della crisi dei prezzi che ha contraddistinto il mercato dell’elettricità dal 2012. Le proiezioni sono tuttavia positive: i prezzi si confermano in ripresa, l’anno in corso è iniziato con buoni auspici e
il ritorno alle cifre nere sembra imminente.
Grazie a una gestione volta a preservare la solidità finanziaria dell’Azienda e a una strategia imperniata sullo sviluppo della produzione idroelettrica cantonale, AET guarda alle prossime sfide con ritrovata fiducia.
Le scelte della politica, lo abbiamo affermato più volte, sono determinanti per l’andamento del settore. Se oggi i prezzi sono in ripresa lo dobbiamo in larga parte a una serie di correttivi che hanno permesso di ristabilire l’equilibrio tra la domanda e l’offerta: primi fra tutti la decisione della Germania di spegnere gli impianti nucleari entro il 2022 e il seguente annuncio di un piano per la graduale dismissione della produzione a carbone. In Svizzera sono invece
state introdotte le prime misure legate alla Strategia energetica 2050, tra cui un “premio di mercato” temporaneo a sostegno della produzione idroelettrica.

Siamo soltanto all’inizio di un percorso di modifiche legislative dai potenziali effetti dirompenti. Dall’apertura completa del mercato nazionale agli accordi per lo scambio di energia con l’Unione Europea, i temi sui quali la politica federale sarà chiamata ad esprimersi nei prossimi anni ridisegneranno il modello di mercato del nostro paese e ne ridefiniranno il concetto di sicurezza di approvvigionamento.

Il nostro auspicio è che il settore cantonale risponda alle sfide in maniera compatta, con l’obiettivo di preservare il valore aggiunto rappresentato dalle risorse rinnovabili del nostro territorio. AET sta facendo la sua parte. Il Parco eolico del San Gottardo e la nuova centrale della Ritom SA, società detenuta dalle FFS per il 75% e dal Cantone al 25%, sono i progetti che testimoniano questo nuovo corso.

 

 

Giovanni Leonardi, Presidente del Consiglio di Amministrazione




Copertina AET informa giugno 2019

Archivio AET informa

..
16° Edizione - giugno 2019
19.06.2019

 /

..
15° Edizione - novembre 2018
30.11.2018

 /

..
14° Edizione - maggio 2018
24.05.2018

 /

..
13° Edizione - novembre 2017
20.11.2017

 /

..
12° Edizione - maggio 2017
10.05.2017

 /

..
11° Edizione - novembre 2016
18.11.2016

 /

..
10° Edizione - maggio 2016
30.05.2016

 /

..
9° Edizione - novembre 2015
11.11.2015

 /

..
8° Edizione - maggio 2015
15.05.2015

 /

..
7° Edizione - novembre 2014
01.11.2014

 /

..
6° Edizione - aprile 2014
01.04.2014

 /

..
5° Edizione - ottobre 2013
01.10.2013

 /

..
4° Edizione - giugno 2013
01.06.2013

 /

..
3° Edizione - novembre 2012
01.11.2012

 /

..
2° Edizione - giugno 2012
01.06.2012

 /

..
1° Edizione - maggio 2011
01.05.2011

 /

..